Il Blog di Antonia

MISE IN PLACE, SPUNTI E GALATEO

matrimonio con tavola imbandita

Eccomi qui! Sono tornata! Ti ho fatto un pochino aspettare (perdoooooonoooo), ma tante spose necessitavano della mia più assidua presenza. La stagione matrimoniale è nel clou e le cose da fare si moltiplicano!

Ma ora sono qui per te, tutta per te! E voglio svelarti i segreti di una perfetta mise en place. Te ne ho già parlato qui , con la promessa di approfondire il tutto sul blog.

Perché l’apparecchiatura è così importante? Oltre ad avere un aspetto funzionale, la mise en place costituisce un grandissimo elemento decorativo e non va affatto (affatto!!!!) lasciata al caso. La tendenza è un po’ quella a minimizzarne la funzione o a lasciarla nelle mani del catering, ma questo si traduce in un effetto spesso scialbo e impersonale.

Se ci preoccupiamo tanto di fare in modo che tutto sia coordinato e all’altezza delle aspettative, perché trascurare un aspetto così importante e che, sì, può fare la differenza? Perché dobbiamo effettivamente prendere consapevolezza che un table setting adeguato una differenza può farla davvero!

Ad oggi abbiamo la possibilità di noleggiare piatti, bicchieri, posate e suppellettili che possano fondersi realmente con il mood del matrimonio, che possano esaltarne le caratteristiche e rendere una tavola da graziosa a wow!

Personalmente (e ormai ben lo sai) io amo le porcellane vintage inglesi, ma qualunque sia il tuo stile, esiste per te la mise en place perfetta, che sia minimal, mediterranea, romantica o colorata…

Quali gli elementi da considerare? Concentriamoci sui principali: piatti e sottopiatti, bicchieri, posate, tovaglia e tovagliolo e, magari, piattino pane.

Il budget da considerare? Sicuramente un allestimento che sia diverso da quello standard necessita di un certo investimento. E’ impossibile quantificare, perché ci sono tantissime variabili, ma di certo una cifra X andrà messa in conto. E’ chiaro che se hai optato per un matrimonio low budget sarà un po’ più difficile riservare una quota a questo aspetto, però potresti sempre optare per un’apparecchiatura standard, magari arricchita da un sottopiatto particolare, o da tovaglioli colorati, in tema con la palette di riferimento. Parla con il catering, ragionate insieme sulle diverse possibilità, valuta l’opportunità di cambiare anche un solo elemento, per dare più carattere a tutto!

In generale, ti sei mai chiesta come si apparecchia una tavola, secondo le regole di galateo? Io sono un po’ patita di queste cose e non ti nascondo che mi piace apparecchiare tavole belle anche se semplicemente ospito amici a cena. Perché non ti diverti a fare qualcosa del genere anche tu?

Ti lascio qui qualche consiglio di bon ton, ma ti aspetto nel prossimo post, in cui ti darò qualche idea su diversi tipi di mise en place. Potrai prendere spunto per il tuo matrimonio o stupire i tuoi amici durante la prossima cena!

PIATTI, POSATE E TOVAGLIOLO

Al centro: sottopiatto e piatto piano. A destra del sottopiatto :il/i coltelli e a seguire il cucchiaio (coltello sempre orientato con la lama verso il centro). A sinistra del sottopiatto: la/le forchette. Le posate si utilizzano sempre partendo dalla più esterna e mai il contrario. In alto, al centro, si pongono le posate da dessert: il manico del coltello verso destra e cucchiaio verso destra, il manico della forchetta verso sinistra. Il coltello sarà più vicino al piatto e con la lama rivolta sempre verso il bordo. Il tovagliolo va poggiato a sinistra (mai sotto le posate), piegato, oppure secondo le nuove tendenze può essere disposto nel piatto, pendente, annodato… Da evitare composizioni troppo fantasiose (e kitsch) come ventagli o cigni!!!

BICCHIERI E ALTRI ACCORGIMENTI

I bicchieri si disporranno sempre in altro a destra obliquamente, in questo modo: partire da quello da acqua, a seguire quello da vino e, se prevedete di servire bollicine, un flute o una coppa da champagne.

Sulle tipologie di bicchieri, e dunque sulle varie tipologie di vino, potremmo parlare ore, ma non complichiamoci troppo la vita!!!

Una ricercatezza potrebbe essere rappresentata dal piattino pane, spesso coordinato con il sottopiatto. Questo va disposto in alto a sinistra e sopra vi verrà posta una piccola quantità di pane. Nei paesi anglosassoni è frequente trovarvi anche il coltellino da burro.

Bene, direi che ora possiedi un piccolo vademecum che ti consentirà di apparecchiare una tavola, senza errori grossolani. Se ti va di approfondire iscriviti alla mia newsletter (link), ti manderò spunti interessanti e novità!

#conamore

Antonia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Antonia Luzi Wedding & Events